Astrologia e percorso evolutivo

Comprendere e migliorare la propria vita attraverso
l'oroscopo personale e la consulenza astrologica
Immagine Salute


A tavola vince il piacere, ma aumenta la preoccupazione per le sostanze chimiche

Immagine La maggior parte degli europei associa gli alimenti e il loro consumo al piacere. Secondo una nuova indagine di Eurobarometro, chi ha timori riguardo a possibili rischi legati all’alimentazione tende a essere preoccupato più per la contaminazione da sostanze chimiche che per la contaminazione batterica o per aspetti sanitari e nutrizionali. Dal sondaggio è anche emerso che la maggioranza degli europei ha fiducia nelle autorità nazionali e nell’Autorità europea per la sicurezza alimentare quali fonti di informazioni su potenziali rischi legati agli alimenti.

"Comprendere la percezione dei rischi da parte dei consumatori è determinante per fornire comunicazioni tempestive, chiare ed efficaci riguardo alla sicurezza alimentare. I risultati dell’indagine di Eurobarometro evidenziano l’importanza dell’attività dell’EFSA e ribadiscono il ruolo dell’Autorità come fonte affidabile di informazioni. In futuro, l’EFSA utilizzerà gli insegnamenti tratti dall’indagine per configurare le proprie attività nel campo delle comunicazioni", ha affermato Catherine Geslain-Lanéelle, direttore esecutivo dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare. Interrogati sulla loro percezione in merito all’alimentazione, la maggioranza degli interpellati ha associato in larga misura gli alimenti e il loro consumo a un senso di piacere derivante, per esempio, dal fatto di scegliere cibi freschi e saporiti (58%) o di godersi un pasto in compagnia di familiari e amici (54%). Meno della metà degli intervistati (44%) ha posto l’accento su aspetti quali cercare prezzi accessibili e soddisfare la fame, e un numero ancora inferiore ha manifestato preoccupazione per la sicurezza alimentare (37%) o questioni nutrizionali come il controllo delle calorie e dei nutrienti (23%).
Per quanto riguarda altri rischi che potrebbero riguardarli personalmente, i cittadini dell’UE hanno indicato prevalentemente la crisi economica (20%) e l’inquinamento ambientale (18%) quali fattori che con molta probabilità incideranno sulla loro vita, rispetto all’eventuale rischio di danni alla salute causati dall’alimentazione (11%).
Preoccupazioni pubbliche circa i rischi legati all’alimentazione
La maggior parte degli interpellati non ha menzionato spontaneamente alcuna delle preoccupazioni diffuse sui rischi legati all’alimentazione (il 19% ha citato le sostanze chimiche, i pesticidi e altre sostanze come le maggiori preoccupazioni, mentre uno su 10 ha risposto che non esisteva alcun problema riguardo al cibo). Di fronte a un elenco di problemi potenziali associati agli alimenti, gli intervistati hanno indicato come rischi di cui essere "molto preoccupati" i residui chimici di pesticidi in frutta, verdura e cereali (31%, con un aumento di 3 punti percentuali rispetto al 2005), gli antibiotici o gli ormoni nella carne (30%, con un incremento di 3 punti rispetto al 2005), la clonazione di animali per i prodotti alimentari (30%) e le sostanze inquinanti come il mercurio nel pesce e le diossine nel maiale (29%, con una crescita di 3 punti rispetto al 2005). Un numero minore di intervistati ha affermato di essere "molto preoccupato" per la contaminazione alimentare da batteri (23%) e una quota ancora inferiore per possibili rischi nutrizionali come aumentare di peso (15%) o non seguire una dieta sana/equilibrata (15%).
Fiducia pubblica nelle fonti di informazione sui rischi legati all’alimentazione
Nell’ambito dell’indagine i cittadini dell’UE hanno espresso il massimo livello di fiducia nelle informazioni ricevute da medici e altri operatori sanitari (84%), seguiti da famiglia e amici (82%), associazioni dei consumatori (76%), scienziati (73%) e gruppi per la protezione ambientale (71%). Le autorità nazionali e l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) e le istituzioni dell’UE hanno ottenuto un livello relativamente elevato di fiducia, pari rispettivamente al 64% e al 57%, mentre i governi nazionali si sono attestati al 47%.
Interrogati sul modo in cui reagiscono alle informazioni su questioni legate all’alimentazione fornite dagli organi di comunicazione o su Internet, circa la metà degli interpellati ha dichiarato di ignorare le notizie o di preoccuparsene senza tuttavia modificare le proprie abitudini alimentari. Sembra che la tendenza a non considerare le informazioni su aspetti inerenti dieta e salute (29%) sia più forte di quella a trascurare i rischi associati alla sicurezza alimentare (24%).
Sistema di sicurezza alimentare dell’UE: i consumatori si sentono protetti
Esiste un ampio consenso sul fatto che le autorità pubbliche si adoperano in misura considerevole per assicurare la sicurezza alimentare in Europa, agiscono rapidamente, basano le loro decisioni su riscontri scientifici e fanno un buon lavoro nell’informare i cittadini sui rischi legati agli alimenti. Il livello di accordo è più elevato di quello registrato nel 2005. Quanto all’indipendenza delle consulenze scientifiche e delle autorità pubbliche da altri interessi, le opinioni sono più discordanti. Mentre il 46% degli interpellati conviene sul fatto che le autorità pubbliche dell’UE considerano la salute dei cittadini più importante dei profitti dei produttori (7 punti percentuali in più rispetto al 2005), il 42% non condivide tale affermazione e il 12% afferma di non saperlo. Più dell’81% degli intervistati ritiene che le autorità pubbliche dovrebbero fare di più per assicurare che gli alimenti siano sani e per fornire informazioni su regimi alimentari e stili di vita sani.
"L’indagine ci fornisce un quadro molto interessante di ciò che gli europei pensano attualmente degli alimenti e dei rischi potenziali ad essi associati, e siamo lieti di poter condividere i risultati con i nostri colleghi degli Stati membri dell’UE" ha affermato Anne-Laure Gassin, direttore della comunicazione dell’EFSA. "È anche positivo constatare che gli alimenti siano associati al piacere, che l’attività delle autorità nazionali e dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare sia valutata positivamente e, in particolare, che gli scienziati siano in generale considerati come fonti affidabili di informazioni."
I risultati dell’indagine di Eurobarometro saranno un’importante risorsa per lo svolgimento di ulteriori ricerche sulla relazione tra fiducia nelle fonti di informazione, fiducia nelle autorità pubbliche e percezione dei rischi legati all’alimentazione. Note per i redattori Il sondaggio, richiesto dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA), è stato il secondo di questo tipo in cinque anni. Gli obiettivi della ricerca erano approfondire la conoscenza delle preoccupazioni dei consumatori riguardo agli alimenti e ai rischi associati alla catena alimentare e stabilire il livello di fiducia dei consumatori nelle autorità pubbliche per questioni correlate alla sicurezza alimentare. L’indagine è stata condotta su un campione rappresentativo di 26.691 persone, di età pari o superiore a 15 anni, in tutti i 27 Stati membri. Si è svolto dal 9 al 30 giugno 2010 mediante interviste a contatto diretto con i consumatori nella loro lingua madre. Le risposte degli intervistati rappresentano le opinioni di più di 500 milioni di consumatori europei. Ne consegue che un valore dell’1% esprime le opinioni di 5 milioni di consumatori. Anche piccole percentuali riflettono quindi le opinioni di un elevato numero di persone. Il sondaggio è stato effettuato da TNS Opinion & Social network.
Massime preoccupazioni negli Stati membri
Residui di pesticidi in frutta, verdura e cereali - è nel complesso la massima preoccupazione in 12 Stati membri: Grecia (91%), Lituania (88%), Italia (85%), Lussemburgo (85%), Bulgaria (84%), Ungheria (84%), Francia (80%), Malta (77%), Slovenia (75%), Germania (75%), Belgio (72%), Austria (67%).
Qualità e freschezza dei cibi - è la massima preoccupazione nei seguenti paesi: Lettonia (94%), Lituania (88%), Portogallo (86%), Spagna (80%), Danimarca (77%), Malta (77%), Estonia (74%), Irlanda (66%).
Benessere degli animali d’allevamento - è la massima preoccupazione nei seguenti paesi: Svezia (74%), Finlandia (66%), Regno Unito (67%).
Intossicazione alimentare da batteri come la salmonella nelle uova o la listeria nel formaggio - è la massima preoccupazione nei seguenti paesi: Bulgaria (84%), Repubblica ceca (77%), Slovacchia (72%).
Additivi come coloranti, conservanti o aromi utilizzati in alimenti o bevande - sono la massima preoccupazione nei seguenti paesi: Polonia (79%), Romania (70%).
Residui come antibiotici o ormoni nella carne - sono la massima fonte di preoccupazione nei seguenti paesi: Cipro (99%), Paesi Bassi (63%).
Gli interpellati francesi hanno espresso preoccupazione su sostanze inquinanti come il mercurio nella misura dell’80%, lo stesso livello di preoccupazione registrato in Francia per i residui di pesticidi. In Austria, gli intervistati hanno manifestato pari preoccupazione riguardo a due aspetti, ossia i pesticidi e gli OGM, che hanno raggiunto entrambi un livello del 67%.
(Fonte: Istituto Superiore di Sanità)

Per saperne di più: il sito dell’Istituto Superiore di Sanità






Trovi tutte le notizie e le ultime news su "Salute" in Archivio 1, Sezione "Attualità", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito
Immagine - Emozioni e PNL, diventare padroni del nostro destino Counseling on line: risolvi i tuoi problemi, realizza la tua vita
Counseling grafologico pedagogico evolutivo®, per realizzare noi stessi al 100%. Metodo fondato dalla dr.ssa Annarosa Pacini
Avere successo e vivere con soddisfazione la tua vita dipende da te. Dalla coppia alla famiglia, dal lavoro allo studio: scopri come fare per avere la vita che vuoi. Disponibile anche in modalità on line via Skype.
Leggi le testimonianze di chi lo ha provato in prima persona

Immagine - Grafologia evolutiva®, evolvi la tua vita, vai al sito Grafologia evolutiva, evolvi la tua vita Strumenti e metodi per star bene con noi stessi e con gli altri
Webinar, corsi, counseling, counseling on line, video, podcast, audiobook, ebook

Immagine - Comunicare per essere® podcast Comunicare per essere® podcast
Un podcast dedicato alla comunicazione e
alle relazioni interpersonali, in ogni ambito
della nostra vita
Tutte le puntate.
L'iscrizione è gratuita. Iscriviti immagine

Immagine - Miagrafologia.com, sito dedidcato alla grafologia Miagrafologia.com, la grafologia e le sue applicazioni
La consulenza grafologica in ambito giudiziario; relazioni, studio, lavoro; il gesto grafico.
Il counseling grafologico pedagogico evolutivo® per l'evoluzione e la formazione personale ad ogni età. Approfondimenti e focus.

Immagine - Amore, lavoro, famiglia: dall'astrologia  le risposte alle tue domande Amore, lavoro, famiglia: dall'astrologia le risposte alle tue domande
Consulenza astrologica on line sui punti fondamentali dell'oroscopo personale. Riflessioni e spunti per un percorso di crescita individuale
Un esperto a tua disposizione per sondare attraverso l'indagine astrologica l'universo che c'è dentro di te. Aria, Acqua, Terra, Fuoco, Case e Pianeti, Segno di nascita e Ascendente: consulenza astrologica on line sull'oroscopo del tuo tema natale. Scopri i segreti della tua Carta del Cielo.
Immagine - MusicAstrologia - focalizza le tue energie, libera la tua forza interiore, rafforza il tuo equilibrio - vai al sito MusicAstrologia: libera la tua forza interiore
Astrologia, musica e archetipi universali, ritmi e melodie in sintonia con i simboli e i messaggi astrologici
Essere se stessi fino in fondo vuol dire avere il coraggio di guardarsi dentro. Karma, spirito, materia, pensiero, sono parole vuote se non permettiamo a noi stessi di conoscerci. Noi siamo più di quello che crediamo di essere. MusicAstrologia, lasciati ispirare.
Immagine - Informavideo, video professionali per il web - Vai al sito Informavideo®, video professionali informativi per il web
Video professionali per i professionisti e gli imprenditori, pensati per il web
Professionisti, imprenditori, organizzazioni: se la qualità e il valore dei tuoi servizi e dei tuoi prodotti è ciò che ti distingue, Informavideo è ciò che fa per te. Informa con un video breve, efficace, interessante.