Astrologia e percorso evolutivo

Comprendere e migliorare la propria vita attraverso
l'oroscopo personale e la consulenza astrologica
Immagine Attualità

Vuoi un lavoro? Vestiti così


Immagine Luoghi comuni e miti da sfatare sul rapporto tra abito e lavoro.

Il fatto
L'abito fa sempre il monaco

Intervistati dall'Istituto Marketing Sociale sul tema "Occupazione, tra nuove esigenze e nuovi comportamenti", i selezionatori delle aziende hanno indicato la via più sicura da percorrere giunti dall'anticamera del mondo del lavoro. L'indagine è stata condotta su un attendibile campione di 214 addetti alla selezione. A favore di un abbigliamento informale dei candidati uomini: maglione blu, camicia azzurra, giacca senza cravatta e jeans, è ben il 63% dei selezionatori; sono pochi invece (25%) quelli che subiscono ancora il fascino dell'esaminando figurino, e ancor meno (16%) quelli che apprezzano la cravatta. Sul versante femminile bocciate le donne in minigonna e tacchi a spillo da 7 selezionatori su 10, ma l'indice di "sgradimento" si accanisce anche contro le signorine troppo ingioiellate che risultano irritanti al 65% del campione. Al 57% l'eccessivo profumo piace poco, così come un trucco troppo marcato. Possono gioire tutte coloro che amano uno stile disimpegnato e comodo: al 61% piacciono, nei colloqui, le scarpe da ginnastica. E dal punto di vista dei selezionatori ci sono anche delle motivazioni: per il 35% di loro un vestiario sexy denota scarsa professionalità, il 25% è convinto che un abito troppo succinto distrarrebbe i colleghi, il 20% ravvisa in esso la spia di una bassa capacità intellettiva, mentre il 14% teme che, in presenza di due gambe a far bella mostra di sé, i potenziali clienti possono pensare di avere di fronte un'azienda dove la donna sia considerata un mero oggetto da esibire.
(Qui-Italia)
Il pezzo che avete appena letto è la sintesi fedele di un articolo pubblicato su "Qui-Italia", qualche tempo fa. Secondo i selezionatori, l'abito fa il monaco, e l'abbigliamento giusto può essere il fattore determinante per favorire l'assunzione. Sul fatto che il nostro abbigliamento comunichi anche il nostro modo di essere, nulla da eccepire. Fior di studiosi, da tempo, ormai, hanno elaborato vere e proprie teorie e tecniche psicologiche tese a sfruttare al meglio questi "linguaggi". Quello che fa da pensare sono i giudizi psicologici abbinati alle varie scelte: sarà vero che una donna che veste sexy sul lavoro, è poco professionale, distrae i colleghi dal concentrarsi sul lavoro ed è poco intelligente? Insomma, non è facile credere che nel colloquio per il posto di lavoro non si badi all'eleganza, e si preferisca un abbigliamento informale e casual, quasi mettendo da parte i vecchi metri di giudizio, quando poi le motivazioni rivelano, invece, tutto il contrario, ovvero, che alla base dei giudizi, soprattutto sulle donne, ci sono pregiudizi dei più maschilisti. L'equazione donna piacente-poco intelligente sembra, perciò, essere ancora in auge, e riconosciuta come veritiera dai super-esperti. Ma sul lavoro, è davvero così? Lo abbiamo chiesto ad uomini e donne, impiegati, che lavorano fianco a fianco a colleghi dell'altro sesso. Per scoprire che…

Immagine UOMO O DONNA, PARI SON
Come collega di lavoro, preferisce qualcuno del suo stesso sesso, o del sesso opposto?
Agnese "Per me non fa differenza. Ho lavorato sia con uomini, che con donne, e mi sono trovata sempre bene. Dipende dal carattere, dalla professionalità non dal sesso". Silvia "Forse un uomo. Nel mio lavoro non mi è capitato spesso di avere un collega di sesso maschile. Magari un uomo può avere una prospettiva diversa dalla tua, ed in un certo modo ci si può compensare nell'organizzazione, in quello che può essere dare l'opinione su una certa cosa. Certo, è una mia idea, basata sul mio modo di vedere un rapporto lavorativo tra uomo e donna. Sino ad oggi, però non mi è mai accaduto di trovare un uomo che rispondesse a queste caratteristiche. Anche quando, occasionalmente, ho avuto dei colleghi uomini, non erano così".
Alessandro "Non c'è nessuna differenza. Ciò che conta è il risultato che ottiene professionalmente, se è in gamba, oppure no. Il sesso non c'entra niente".
Roberto "Per me non ha assolutamente importanza, il sesso. Basta che si tratti di una persona con cui lavori bene".
Saverio "Dipende dall'uomo, e dipende dalla donna. Soprattutto dalla loro intelligenza. Se sono persone intelligenti, aperte di mente, non si avrà nessun problema. Magari, il maggiore o minore accordo potrà essere legato alle componenti caratteriali, ma non dovrebbe influire sul lavoro. Se, invece, si tratta di persone condizionate dall'ambiente, e da certi modelli culturali e sociali, può essere un problema. Ci sono uomini che hanno difficoltà a trattare alla pari una collega donna, solo perché è una donna, e donne che si sentono sempre in competizione con le colleghe, mentre si sentono più a loro agio con gli uomini. Come le dicevo, è una questione di testa, non di sesso".
UN POSTO DI LAVORO FA L'ABITO
Nota il collega, se veste elegante, sportivo o casual, o non lo nota? E come lo preferisce?
Agnese "Non lo noto. Magari lo si può notare, perché a seconda dei gusti, può piacere, o non piacere, come veste un collega, ma questo non ha nulla a che vedere con il lavoro".
Silvia "Mi colpisce di più chi veste casual. Un uomo che veste casual denota una certa cura per la sua immagine, però dà anche un senso di rilassatezza, quando gli sei vicino. Una persona sempre in giacca e cravatta può tenerti più distante, essere meno accomodante".
Alessandro "Dipende da dove si lavora. Se una persona lavora in banca, dove si richiede un certo tipo di abbigliamento, e veste in modo sportivo, non va bene. In un ufficio dove lavora gente giovane, senza eccessivi formalismi, credo che ognuno possa vestirsi come vuole".
Roberto "L'eleganza al lavoro non mi piace, neanche troppo sportivo. Preferisco il giusto casual. Secondo me l'abito molto elegante richiede altre occasioni".
Saverio "Si, noto sempre l'abbigliamento. Secondo me vestire eccessivamente casual è segno di mancanza di rispetto di chi ti sta intorno - intendo, casual stile trasandato -. Per il resto, ognuno deve vestire come si sente, e come gli richiede il posto che occupa, ed il luogo dove lavora. Oggi certi luoghi comuni sono in parte superati. Nella banca dove vado io c'è un impiegato che veste in modo casual, non tradizionale, ma non è un casual elegante, e non sportivo. Una volta forse, un impiegato in banca senza giacca e cravatta, sarebbe stato impensabile. Così, secondo me, una persona che ricopre un ruolo di responsabilità dovrebbe avere sempre l'accortezza di vestirsi in modo dignitoso, mentre chi fa un lavoro informale, magari all'aperto, in giacca e cravatta sarebbe fuori posto. A me piace chi veste bene, con buon gusto, secondo il suo gusto".
DIMMI COME VESTI…
Secondo lei, quali "personalità psicologiche" si celano dietro una persona che veste abitualmente elegante, sportiva o casual?
Agnese "Una persona che veste solitamente in modo elegante, secondo me è fredda. Una sportiva è più alla mano. Chi veste casual, anche, è più disponibile di chi veste elegante".
Alessandro "Chi veste elegante secondo me, ama apparire in un certo modo. Però non sempre il modo di vestire rispecchia veramente una persona, cioè non sempre si è ciò che si appare. Così, come prima impressione, una persona in giacca e cravatta può sembrare più affidabile. Poi bisogna vedere se lo è, di fatto".
Roberto "Chi veste molto elegante, forse tiene di più alla forma che alla sostanza. Gli piace vestirsi in un certo modo perché gli altri lo notino. Il casual mi fa pensare ad una persona più libera, che si veste come sente di vestirsi. Chi veste sportivo, lo fa o perché il suo lavoro ha a che fare con il mondo dello sport, o perché non ha molta voglia di pensare come vestirsi. Si mette una tuta, e via".
Saverio "Se lo richiede il lavoro, la personalità è quella di una persona che sa adattarsi all'ambiente. Altrimenti, credo che risponda al modo di essere. Chi ama vestirsi elegante, si vestirà così sempre anche sul lavoro. Chi ama il casual, farà lo stesso, e così via. Io credo che ognuno dovrebbe essere libero di essere se stesso, anche sul lavoro, magari rispettando alcune elementari norme di decenza".
L'ABITO NON FA L'INTELLIGENZA
Pensa che il modo di vestire possa rivelare l'intelligenza di una persona?
Agnese "No, non credo che l'intelligenza possa essere rivelata dal modo di vestire, e che chi veste in un modo possa, soltanto per questo, essere più intelligente di un altro".
Saverio "Dipende. Se una persona veste ostentatamente in un certo modo, che non rispecchia il suo vero modo di essere, senza rendersene conto, e gli altri lo avvertono, allora non denota grande intelligenza. Sennò più che l'intelligenza, rivela il gusto estetico e la personalità".
IL TROPPO, STROPPIA
Come vede chi indossa molti gioielli, e si cosparge copiosamente di profumo, sul lavoro? Agnese "A me personalmente non piace. Un uomo con molti gioielli mi da l'idea di essere poco affidabile. Anche un uomo con molto profumo non mi piacerebbe, perché non amo le cose troppo aggressive".
Silvia "Un uomo con molti gioielli mi fa quasi ribrezzo. Secondo me è indice di cattivo gusto, mi fa pensare a persone di bassa lega, sa, come quei protettori che si vedono nei film. Un uomo che usa il profumo mi piace. Se ne fa un uso eccessivo, no".
Alessandro "Una donna con troppi gioielli, mi dà l'idea di essere appariscente volutamente, poco naturale. I gioielli, quando sono troppi, possono danneggiare l'immagine. Il giusto profumo mi piace, mi dà un'idea di freschezza, si sta vicino volentieri ad un collega che emana un buon profumo, molto più che ad uno che emana cattivi odori. Sul lavoro, comunque, indossare troppi gioielli o troppo profumo, non mi fa pensare ad una persona poco affidabile".
Roberto "Non mi piacerebbe una collega che viene al lavoro con troppi gioielli, mi sa di esibizionismo. La donna che ha un buon profumo mi piace".
Saverio "Mi piace la sobrietà. Quindi, pochi gioielli, possibilmente belli, decorativi. Veri, falsi, non fa differenza. In un uomo o in una donna non fa differenza. Anche perché può essere un gioiello anche un orologio. Le persone che si profumano mi piacciono. Dà personalità. Se si profumano così tanto da lasciare la scia, dipende dal profumo. Se il profumo mi piace, è una cosa gradevole. Altrimenti, mi è indifferente. L'unica cosa che non sopporto è chi se ne mette così tanto da lasciare il proprio profumo attaccato alla cornetta telefonica per ore. Penso che quello sia un segno rivelatore del fatto che è davvero troppo".
SEX SI BON
Cosa pensa di una collega che veste abitualmente in modo sexy, sul lavoro?
Agnese "Innanzi tutto dipende dalla moda che c'è in corso. Potrei anche pensare che si tratta di un'artista, una persona diversa dagli altri. Se vedessi un bancario, vestito così, mi darebbe un'impressione diversa, potrei pensare, magari, che sia gay. Mentre in un posto di lavoro normale non è una cosa che mi disturbi".
Silvia "Se se lo può permettere, è bene accetto. Sennò, farebbe meglio a vestirsi in modo più sobrio. Non ho però dei preconcetti, dipende dal motivo per cui lo fa. Se lo fa perché fa parte della sua indole, va bene, è giusto che ognuno esprima il proprio modo di essere, anche sul lavoro. Se lo fa è perché è un modo di porsi, perché vuole ottenere qualcosa con un certo tipo di abbigliamento; allora no, non mi piace".
Alessandro "A me fa piacere avere una persona sexy al lavoro. Certo, le minigonne fino al limite della decenza sono un po' eccessive, le vedo meglio in luoghi di svago, magari quando si va a ballare in discoteca. Sul punto di lavoro bisognerebbe sempre avere il senso della misura. Forse si, mi darebbe l'idea di mancanza di professionalità".
Roberto "Bisognerebbe conoscere la persona. Vestire sexy senza un motivo, come, ad esempio, farlo per il tuo uomo, mi fa pensare ad una persona che vuole mettersi in mostra, che vuole richiamare l'attenzione".
Saverio "Troppo sexy, non mi piace. Per troppo, intendo oltre il limite del buon gusto, quando si fanno vedere parti del corpo che non dovrebbero essere esibite, perlomeno sul posto di lavoro. Un sexy piacevole, se la persona è gradevole, ben fatto, può essere anche carino da vedersi. Purché non diventi un'abitudine, sennò, alla fine, si crea assuefazione, e come in tutte le cose, non si accorge più neanche di quelle belle. Sinceramente, non ho mai avuto colleghi di sesso maschile, che vestissero in modo sexy, magari, intrigante, cioè valorizzando il loro fisico. Di colleghe si, molte. Una più che sexy era volgare, eccessiva. Un'altra, con cui lavoro tuttora, è carina. Se le piace vestirsi così, fa bene a farlo. Certo, non so dirle se tutti gli altri colleghi, o i clienti, la pensano come me".


Trovi tutte le notizie di attualità, costume, società, sondaggi, in Archivio 1 "Oltre la notizia", Sezione "Attualità", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito
Immagine - Emozioni e PNL, diventare padroni del nostro destino Counseling on line: risolvi i tuoi problemi, realizza la tua vita
Counseling grafologico pedagogico evolutivo®, per realizzare noi stessi al 100%. Metodo fondato dalla dr.ssa Annarosa Pacini
Avere successo e vivere con soddisfazione la tua vita dipende da te. Dalla coppia alla famiglia, dal lavoro allo studio: scopri come fare per avere la vita che vuoi. Disponibile anche in modalità on line via Skype.
Leggi le testimonianze di chi lo ha provato in prima persona

Immagine - Grafologia evolutiva®, evolvi la tua vita, vai al sito Grafologia evolutiva, evolvi la tua vita Strumenti e metodi per star bene con noi stessi e con gli altri
Webinar, corsi, counseling, counseling on line, video, podcast, audiobook, ebook

Immagine - Comunicare per essere® podcast Comunicare per essere® podcast
Un podcast dedicato alla comunicazione e
alle relazioni interpersonali, in ogni ambito
della nostra vita
Tutte le puntate.
L'iscrizione è gratuita. Iscriviti immagine

Immagine - Miagrafologia.com, sito dedidcato alla grafologia Miagrafologia.com, la grafologia e le sue applicazioni
La consulenza grafologica in ambito giudiziario; relazioni, studio, lavoro; il gesto grafico.
Il counseling grafologico pedagogico evolutivo® per l'evoluzione e la formazione personale ad ogni età. Approfondimenti e focus.

Immagine - Amore, lavoro, famiglia: dall'astrologia  le risposte alle tue domande Amore, lavoro, famiglia: dall'astrologia le risposte alle tue domande
Consulenza astrologica on line sui punti fondamentali dell'oroscopo personale. Riflessioni e spunti per un percorso di crescita individuale
Un esperto a tua disposizione per sondare attraverso l'indagine astrologica l'universo che c'è dentro di te. Aria, Acqua, Terra, Fuoco, Case e Pianeti, Segno di nascita e Ascendente: consulenza astrologica on line sull'oroscopo del tuo tema natale. Scopri i segreti della tua Carta del Cielo.
Immagine - MusicAstrologia - focalizza le tue energie, libera la tua forza interiore, rafforza il tuo equilibrio - vai al sito MusicAstrologia: libera la tua forza interiore
Astrologia, musica e archetipi universali, ritmi e melodie in sintonia con i simboli e i messaggi astrologici
Essere se stessi fino in fondo vuol dire avere il coraggio di guardarsi dentro. Karma, spirito, materia, pensiero, sono parole vuote se non permettiamo a noi stessi di conoscerci. Noi siamo più di quello che crediamo di essere. MusicAstrologia, lasciati ispirare.
Immagine - Informavideo, video professionali per il web - Vai al sito Informavideo®, video professionali informativi per il web
Video professionali per i professionisti e gli imprenditori, pensati per il web
Professionisti, imprenditori, organizzazioni: se la qualità e il valore dei tuoi servizi e dei tuoi prodotti è ciò che ti distingue, Informavideo è ciò che fa per te. Informa con un video breve, efficace, interessante.